Il Museo

In un'ala nuova del Palazzo dei Vicari ha sede il Museo dei Ferri Taglienti, inaugurato nel 1999, dove è documentata l'attività plurisecolare dei coltellinai scarperiesi.

Il museo è gestito dall'associazione Pro Loco Scarperia che da anni si occupa, tramite convenzione con l'amministrazione comunale di Scarperia, dell'intero complesso museale costituito dalla sezione più antica del Palazzo dei Vicari con stanze parzialmente arredate e affreschi e dal museo dei ferri taglienti, collocato nell'ala nord del palazzo stesso. Appena fuori dal palazzo fa parte del percorso museale anche l'antica bottega del coltellinaio, visitabile con la guida su prenotazione. 

L'allestimento è articolato in 5 sezioni tematiche: la prima, a carattere multimediale, presenta filmati relativi alla lavorazione artigianale del coltello, la seconda è dedicata alla coltelleria italiana e ai suoi centri produttori dalla fine dell'800 fino ai nostri giorni, la terza invece alla storia dei coltellinai di Scarperia.
La quarta sezione, intitolata "Lame al femminile", presenta l'altra categoria delle lame taglienti: le forbici per il ricamo e la sartoria. La quinta sezione, infine, è dedicata alla vita sociale, e viene periodicamente modificata con ricostruzioni che attengono momenti di vita del territorio.

Il museo propone una visita attiva attraverso video, pannelli didattici e un banco di lavoro dove il visitatore si può cimentare nel montaggio del coltello.

E' possibile concludere il percorso museale al di fuori delle mura del Palazzo, con l'ausilio di una guida, visitando l'antica Bottega del Coltellinaio, attiva dall'inizio del ‘900 fino agli anni '70, tutt'oggi completa dei suoi attrezzi e strumenti utili alla fabbricazione artigianale di forbici e coltelli, ed utilizzata su richiesta e in occasione di manifestazioni locali per le dimostrazioni di lavorazione.

Visualizza lo Statuto del museo